Come far passare il singhiozzo: cause e rimedi

Scopriamo insieme come far passare il singhiozzo, un fenomeno tanto buffo quanto fastidioso che chiunque sperimenta ogni tanto.

Panoramica

Quasi tutti hanno avuto il singhiozzo prima o poi. Mentre il singhiozzo di solito va via da solo entro pochi minuti, può essere fastidioso e interferire con il mangiare e il parlare. E può essere anche molto imbarazzante se si è in pubblico.

La gente ha inventato una lista infinita di trucchi per liberarsene, dal respirare in un sacchetto di carta al mangiare un cucchiaio di zucchero. Ma quali rimedi funzionano davvero per far passare il singhiozzo?

Non ci sono molti studi che valutano l’efficacia dei diversi rimedi per il singhiozzo. Tuttavia, molti di essi sono sostenuti da secoli di prove aneddotiche. Inoltre, alcuni dei rimedi più popolari stimolano effettivamente i nervi vaghi o frenici, che sono collegati al diaframma.

Ma come si fa a far passare il singhiozzo? Continuate a leggere per conoscere i modi più popolari ed efficaci per sbarazzarsi del singhiozzo.

Le cause del singhiozzo

Il singhiozzo si verifica quando il tuo diaframma inizia a spasimare involontariamente. Il diaframma è un grande muscolo che ti aiuta a respirare dentro e fuori. Quando ha uno spasmo, inspiri improvvisamente e le tue corde vocali si chiudono di scatto, il che causa un suono caratteristico.

Nella maggior parte dei casi, vanno e vengono rapidamente. I fattori dello stile di vita che possono causare il singhiozzo includono:

  • mangiare troppo o troppo in fretta
  • bevande gassate
  • cibi piccanti
  • essere stressato o emotivamente eccitato
  • bere alcolici
  • essere esposti a rapidi cambiamenti di temperatura

Come far passare il singhiozzo

Questi consigli sono pensati per brevi attacchi di singhiozzo. Se hai il singhiozzo cronico che dura più di 48 ore, parla con il tuo medico. Questo può essere un segno di una condizione clinica che richiede un trattamento.

Attenzione: questo articolo è puramente informativo, Fervida Ispirazione non si assume alcuna responsabilità. In caso di singhiozzo continuativo consultare il medico curante.

Tecniche di respirazione e postura

A volte, un semplice cambiamento nella respirazione o nella postura può rilassare il diaframma.

1. Pratica la respirazione misurata. Resetta il tuo sistema respiratorio con una respirazione lenta e misurata. Inspira contando fino a 5 ed espira contando fino a 5.

2. Trattieni il respiro. Inspirare una grossa boccata d’aria e trattenerla per circa 10-20 secondi, poi espirare lentamente. Ripetere come necessario.

3. Respira in un sacchetto di carta. Metti un sacchetto di carta per il pranzo sulla bocca e sul naso. Inspira ed espira lentamente, sgonfiando e gonfiando il sacchetto. Non usare mai un sacchetto di plastica.

4. Abbracciare le ginocchia. Siediti in un posto comodo. Porta le ginocchia al petto e tienile lì per due minuti.

5. Comprimere il petto. Inclinati o piegati in avanti per comprimere il petto, il che mette sotto pressione il diaframma.

Punti di pressione

I punti di pressione sono aree del tuo corpo che sono particolarmente sensibili alla pressione. Applicare una pressione a questi punti con le mani può aiutare a rilassare il diaframma o a stimolare i nervi vaghi o frenici.

7. Tirare la lingua. Tirare la lingua stimola i nervi e i muscoli della gola. Afferra la punta della lingua e tirala delicatamente in avanti una o due volte.

8. Premi il tuo diaframma. Il diaframma separa l’addome dai polmoni. Usa la tua mano per fare pressione sull’area appena sotto la fine del tuo sterno.

9. Stringere il naso chiuso mentre si inghiotte l’acqua.

10. Stringi il tuo palmo. Usa il pollice per fare pressione sul palmo dell’altra mano.

11. Massaggia la tua arteria carotidea. Hai un’arteria carotidea su entrambi i lati del collo. È quella che senti quando controlli il polso toccandoti il collo. Sdraiati, gira la testa a sinistra e massaggia l’arteria sul lato destro con un movimento circolare per 5-10 secondi.

Cose da mangiare o da bere

Mangiare certe cose o cambiare il modo in cui si beve può anche aiutare a stimolare i nervi vaghi o frenici.

12. Bere acqua ghiacciata. Sorseggiare lentamente acqua fredda può aiutare a stimolare il nervo vago.

13. Bevi dal lato opposto del bicchiere. Alza il bicchiere sotto il mento per bere dal lato più lontano.

14. Bevi lentamente un bicchiere di acqua calda senza smettere di respirare.

15. Bevi acqua attraverso un panno o un tovagliolo di carta. Copri un bicchiere d’acqua fredda con un panno o un tovagliolo di carta e sorseggia attraverso di esso.

16. Succhia un cubetto di ghiaccio. Succhia il cubetto di ghiaccio per qualche minuto, poi ingoialo una volta che si è ristretto ad una dimensione ragionevole.

17. Gargarismi con acqua ghiacciata. Fare gargarismi con acqua ghiacciata per 30 secondi. Ripetere come necessario.

18. Mangia un cucchiaio di miele o di burro di arachidi. Lasciate che si sciolga un po’ in bocca prima di deglutire.

19. Mangia un po’ di zucchero. Mettete un pizzico di zucchero semolato sulla lingua e lasciatelo lì per 5-10 secondi, poi ingoiate.

20. Succhiare un limone. Alcune persone aggiungono un po’ di sale alla loro fetta di limone. Sciacquare la bocca con acqua per proteggere i denti dall’acido citrico.

21. Metti una goccia di aceto sulla lingua.

Metodi insoliti ma collaudati per adulti

Potresti non avere familiarità con questi metodi, ma entrambi sono supportati da studi scientifici.

22. Avere un orgasmo. C’è un vecchio caso di studio che coinvolge un uomo il cui singhiozzo è durato per quattro giorni. È andato via immediatamente dopo aver avuto un orgasmo.

23. Eseguire un massaggio rettale. Un altro caso di studio riporta che un uomo con singhiozzo continuo ha trovato sollievo immediato dopo un massaggio rettale. Usando un guanto di gomma e molto lubrificante, inserire un dito nel retto e massaggiare.

Altri rimedi

Ecco alcuni altri rimedi duraturi che potete provare.

24. Toccare o strofinare la parte posteriore del collo. Strofinare la pelle della nuca può stimolare il nervo frenico.

25. Pungere la parte posteriore della gola con un bastoncino di cotone Tamponare delicatamente la parte posteriore della gola con un bastoncino di cotone fino a quando non si ha conato o tosse. Il tuo riflesso di vomito può stimolare il nervo vagale.

26. Distraetevi con qualcosa di coinvolgente. Il singhiozzo spesso va via da solo quando si smette di concentrarsi su di esso. Gioca a un videogioco, compila un cruciverba o fai qualche calcolo nella tua testa.

Quando vedere un medico

La maggior parte dei casi di singhiozzo va via in pochi minuti o ore. Se hai regolarmente il singhiozzo o hai il singhiozzo che dura fa più di due giorni, parla con il tuo medico.

Inoltre, alcuni casi di singhiozzo sono più ostinati di altri. Quando questo accade, il medico potrebbe prescrivere dei farmaci per aiutarli a smettere. I farmaci comuni per il singhiozzo cronico includono:

Prevenire il singhiozzo

I casi comuni di singhiozzo che sono innescati da fattori di stile di vita possono di solito essere prevenuti facendo alcuni cambiamenti nelle vostre abitudini. Abbiamo parlato di come far passare il singhiozzo quando si presenta, ma se notate di avere il singhiozzo in maniera un po’ troppo ricorrente, ecco alcune cose da provare:

  • mangiare quantità più piccole per porzione
  • mangiare più lentamente
  • evitare cibi piccanti
  • bere meno alcool
  • evitare le bevande gassate
  • praticare tecniche di rilassamento, come la respirazione profonda o la meditazione per ridurre lo stress

Social:

Non perderti i migliori consigli:

Lascia un commento