5 Vantaggi Pratici del Pensiero Positivo

Una tazza con il principio fondamentale del "pensiero positivo"

Con il termine pensiero positivo si designa una scuola di pensiero che sostiene il vantaggio di allineare la mente a uno stato di positività, superando gli schemi di pensiero negativi sussistenti e creandone di nuovi, più ottimisti e sani, al fine di affrontare con fiducia la propria esperienza di vita e raggiungere il benessere psicofisico. (Fonte: Wikipedia)

“Un pessimista vede difficoltà insormontabili in ogni opportunità che gli si prospetta di fronte, mentre un ottimista vede dell’opportunità in ogni difficoltà.”

Winston Churchill

Il pensiero positivo è ormai diventato un vero e proprio stile di vita (oltre che una pratica molto diffusa), ma sarà qualcosa che nel concreto funziona? Cosa vuol dire pensare positivo? Scopriamolo assieme!

Chi sono le persone che pensano positivo?

Innanzitutto, vediamo delle caratteristiche comuni alle persone che abbracciano il concetto del “pensare positivo”:

  1. Provano emozioni positive: le persone che pensano positivo riportano alla memoria solo le esperienze positive, mentre archiviano quelle negative considerandole semplici esperienze di vita.
  2. Assaporano le sensazioni: le persone positive sono in grado di assaporare le sensazioni buone derivanti dai tanti piaceri dell’esistenza (sanno godere di ciò che hanno, anziché rammaricarsi di ciò che non hanno)
  3. Sono fiduciose sul futuro: pensare positivo implica guardare al futuro con ottimismo, convinti che le cose andranno per il meglio.
  4. Traggono gratificazione dalle proprie potenzialità: le persone positive cercano di utilizzare al meglio le proprie risorse e si relazionano con chi apprezza le loro capacità.
  5. Si prodigano per gli altri: il pensatore positivo usa le proprie possibilità al servizio di qualcosa di più grande ed è dedito al miglioramento del mondo.

Ma ci sono davvero dei vantaggi reali nel fare tutto ciò? Ebbene sì: a supporto del pensare positivo, ci sono sia delle realtà empiriche (cose che sono evidenti e sotto gli occhi di tutti) e delle verità scientifiche (fatti provati scientificamente).

Questi sono i vantaggi pratici del pensare positivo:

  • Vivi più a lungo

L’ottimismo è legato alla longevità. Così dice una ricerca della Divisione di Psichiatria nella Mayo Clinic di Rochester (Minnesota). Questo studio durato ben 40 anni ed ha coinvolto più di 800 persone. Queste persone sono state divise in categorie (pessimisti, ottimisti e normali). Al termine del periodo di studio, chi pensava positivo era aveva un tasso di mortalità del 19% inferiore rispetto ai pessimisti.
Fonte: US National Library of Medicine

  • Godi di maggiore salute

Questa voce è simile a “vivere più a lungo”, ma tra vivere a lungo e il vivere in salute c’è un po’ di differenza.
Perché dovresti godere di maggior salute se se pensi positivo? Degli studi hanno dimostrato che lo stress nel breve termine può aumentare la produttività, ma che lo stress cronico ha un effetto significativo sul sistema immunitario e quindi rende più vulnerabili alle malattie. Pensare positivo ti aiuta a ridurre questo tipo di stress dannoso.
Fonte: US National Library of Medicine

  • Hai relazioni migliori con le altre persone

Il pensare positivo influenza anche le relazioni che hai con le altre persone. Secondo degli studi (Oregon University – Link al PDF, e Journal of Personality and Social Psychology). Sia le relazioni generiche con altre persone, che le relazioni amorose traggono beneficio dalla mentalità positiva di almeno uno dei due partner. Questo beneficio è constatabile sia in termini di longevità del rapporto, che in termini di qualità/soddisfazione del rapporto.

  • Raggiungi più facilmente obbiettivi professionali e lavorativi

Colui che pensa positivo è in genere proattivo. La proattività è una condizione che logicamente porta ad avere maggiore influenza sull’ambiente che ci circonda e quindi una maggiore probabilità di successo. (Essere proattivo significa intervenire attivamente sulla propria esistenza, anziché reagire – e basta – agli stimoli esterni).

  • Sei più felice (banale ma vero)

Il pensiero ed il comportamento influenzano le emozioni. Se pensi negativo sarai triste, mentre se pensi positivo non sarai per forza felice, ma almeno sarai meno triste e ti potrai risparmiare una serie di disturbi della personalità. Questo viene detto da uno studio, eseguito su un campione di studenti dell’Università di Lancaster: “Response styles, bipolar risk, and mood in students: The Behaviours Checklist”

Conclusioni:

Ti ho fornito una serie di buone ragioni per impegnarti a pensare positivo, sta a te scegliere se adottare o meno la pratica del pensiero positivo.

Prima di salutarti, ti invito a lasciare la tua opinione nei commenti sotto, per noi è importante!

Ora va e pensa positivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli iscritti alla Fervida Newsletter ricevono i migliori consigli e li ricevono per primi.