In forma senza andare in palestra: il segreto dei Giapponesi

Negli Stati Uniti, sono spesso bombardato da immagini e pubblicità della cultura del fitness. L’atletismo è una mania, e sembra che la maggior parte delle persone abbia un abbonamento in qualche palestra di prestigio. Ogni hotel e campus universitario garantisce l’accesso gratuito ad una palestra, a volte anche offrendo a noleggio gli indumenti adatti. L’America è la terra dell’Alo Yoga e il luogo di nascita del Crossfit. Gli influencer di maggior successo parlano di fitness, e non è raro vedere qualcuno condividere il proprio allenamento sui social media come farebbe con il cibo.

Ma al contrario, per un paese che è leader nella longevità e ha tassi di obesità molto bassi – il più basso tra le nazioni sviluppate ad alto reddito – si potrebbe essere sorpresi di scoprire che non c’è molta cultura del fitness. In Giappone l’attività sportiva non è considerata una priorità, e la maggior parte delle persone non ha mai sottoscritto un abbonamento in palestra. Raramente le persone userebbero la pausa pranzo per una sessione di allenamento, e coloro che lo fanno sono probabilmente visti come fanatici dell’esercizio fisico.

In una recente indagine di Rakuten Insight su 1000 cittadini giapponesi di età compresa tra i 20 e i 60 anni, circa la metà degli intervistati ha rivelato che si allenano a malapena, circa una volta al mese o non si allenano affatto. Dicono di non avere abbastanza tempo o semplicemente che non amano fare esercizio fisico. La maggior parte delle persone non vede l’allenamento come parte del proprio stile di vita.

Ma quindi, dove sta il trucco?

Il concetto di esercizio fisico in Giappone

Abbiamo capito che i giapponesi non amano andare in palestra. Quello che adesso ci chiediamo è: come fanno a restare così in forma?

Forse l’esercizio fisico può assumere forme diverse dall’andare in palestra e sollevare pesi, o di fare corse di 10 km ogni giorno. Forse l’esercizio di cui abbiamo bisogno è il tipo di esercizio che meglio si intreccia col nostro stile di vita: camminare.

Ciò che abbiamo detto fin ora non dimostra che l’esercizio fisico non sia importante per rimanere sani, ma che i giapponesi non si basino sul classico concetto di allenamento sportivo per restare in forma.

Il loro approccio è differente: semplicemente camminano.

Gli adulti giapponesi fanno in media 6500 passi al giorno, con gli uomini di età compresa tra i 20 e i 50 anni che compiono in media quasi 8000 passi al giorno, e le donne tra i 20 e i 50 anni circa 7000 passi.

Gli abitanti di Okinawa in particolare sono ben noti per la loro cultura del camminare, essendo particolarmente attenti a integrare il movimento nel loro stile di vita quotidiano.

I cittadini di Nagano, una prefettura rurale in Giappone, sono stati in grado di invertire il loro alto tasso di ictus incorporando nel tessuto cittadino oltre 100 percorsi pedonali, e ora godono del più alto tasso di longevità del paese.

“Il nostro obbiettivo principale era di far camminare la gente. Tutti possono farlo. Si cammina, si parla, si fa esercizio fisico e questo aiuta a costruire un senso di comunità”.

Così dice Akira Sugenoya, sindaco di Matsumoto, una Città della prefettura di Nagano

La maggior parte dei cittadini giapponesi vive in città molto percorribili a piedi, dove il trasporto pubblico è comodo, sicuro e conveniente, e poche famiglie possiedono un’auto. Di conseguenza, quando la maggior parte della gente va al lavoro, lo fa a piedi. Quando la gente va a fare la spesa, cammina. Quando la gente esce fuori a cena, ci va sulle proprie gambe. È un’attività svolta ogni giorno da ogni generazione: camminare fa parte della vita quotidiana come lo è respirare.

Il cammino verso una salute migliore

Questo articolo non è un invito a boicottare ogni forma di allenamento. Adoro allenarmi, e ogni settimana corro per svariate ore, vado in bicicletta, nuovo e faccio calisthenics.

Non metto in dubbio i vantaggi di una buona sudata, e sono cosciente che l’allenamento aiuta sia la salute fisica che quella mentale.

Ma la cultura del fitness può essere travolgente per chi non ci è abituato, e può provocare vergogna e senso di colpa in chi prova ad approcciarsi ad essa.

Possiamo essere portati a credere che raggiungere e mantenere un peso sano sia possibile solo per chi si dedica al sollevamento pesi in modo costante e dedica abbastanza tempo al jogging giornaliero.

In definitiva, il semplice fatto che volevo dimostrare è che fare esercizio fisico salutare non significa necessariamente intraprendere lunghe sedute di allenamento. A volte, basta semplicemente camminare un po’ di più.

Non perderti i migliori consigli:

Lascia un commento