Come riprendersi dopo il divorzio

Le rotture sono a dir poco impegnative. Può essere difficile uscire da una relazione o andare avanti dopo un divorzio. Ci si può sentire rifiutati, arrabbiati, feriti o fuori controllo. Tuttavia, c’è sempre una luce alla fine del tunnel. Potete usare diverse strategie per aiutarvi a gestire queste emozioni e questi momenti difficili.

Il percorso di guarigione potrebbe non essere lineare e il disagio potrebbe non scomparire immediatamente. Come per ogni perdita, ci saranno molte fasi e periodi di adattamento. È importante rimanere attivi e accettare il percorso che si deve fare. È fondamentale comprendere alcuni dei sentimenti e delle fasi che possono presentarsi.

Ecco alcuni consigli che possono aiutarti a guarire.

Attenzione, se stai vivendo un momento estremamente difficile e senti di non farcela, rivolgiti ad un professionista che possa aiutarti a risollevarti e a tornare come e più felice di prima.

13 modi per riprendersi dopo il divorzio

Accettare i tuoi sentimenti è il primo passo verso la guarigione.

Smettere di reprimere tutti i sentimenti aiuta a guarire nel lungo periodo.

Sarai sicuramente attanagliato da emozioni molto forti, è probabile che tu, in questo momento, stia lottando per reprimerle perché hai paura che se non le opprimerai tu, lo faranno loro.

Eppure, finché non le accetterai e le sperimenterai fino in fondo, continueranno a tormentarti

Il processo di guarigione non può iniziare se non si permette ai propri sentimenti di venire a galla.

Quindi sfogati, accogli ciò che senti, sperimentalo e dagli un nome.

Se ti senti triste, devi dire “sono triste ed è normale”

Se ti senti arrabbiato, devi dire “sono a dir poco incazzato, ed è normale”

Se sei amareggiato, se ti senti solo, se ti senti depresso, devi capire che è normale.

Non cercare di combattere la condizione mentale in cui ti trovi, non puoi e non devi reprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni.

Accetta il fatto che non stai bene. Se lo farai, potrai accettare anche il fatto che starai meglio.

E te lo assicuro, starai meglio.

Renditi conto che non sei il solo.

Non sarà di grande conforto, ma devi sapere che molte persone sono già passate dalla tua medesima condizione. E la stragrande maggioranza si è ripresa alla grande. Quindi è solo questione di tempo.

Parlane.

Parlare del divorzio con un professionista esperto può aiutarti nel tuo percorso di guarigione. Ti aiuta ad accettare e metabolizzare più rapidamente le tue emozioni. E se non hai un professionista a disposizione, anche parlare con una persona fidata che ti incoraggia e che ti supporta può essere un grande sollievo.

Sviluppa strategie di gestione sane.

Sperimentare e accettare le emozioni che si provano dopo un divorzio è fondamentale, ma poi bisogna anche essere in grado di non farsi sopraffare.

La capacità di regolare le emozioni estreme è un’abilità inestimabile, soprattutto quando non ci si sente al meglio. Cerca di adottare modi positivi e amorevoli per prenderti cura di te stesso.

Impara a essere il miglior co-genitore possibile.

Se te e il tuo ex coniuge avete figli, ora dovrete capire come fare da genitori ai vostri figli in queste nuove circostanze. Si tratterà di una situazione che durerà tutta la vita, quindi è fondamentale pensare a come rendere la situazione meno traumatica possibile per i figli.

Non rimanere bloccato.

Chiedi aiuto se ti accorgi che ti stai perdendo nella depressione, nell’ansia o nel risentimento. Soffrire da soli può essere estremamente dannoso e condurti verso una spirale di negatività da cui è difficile uscire.

Attenzione alla disperazione.

Potresti arrivare a un punto in cui ti senti cosi disperato da volerti riconciliare a tutti i costi con il tuo ex coniuge. A seconda della situazione, potrebbe non essere la cosa migliore per te, per il tuo coniuge o per la vostra famiglia.

Evita un duro contraccolpo.

La paura di non essere amabili o di non trovare più l’amore potrebbe spingerti a cercare una nuova relazione subito dopo un divorzio. Resisti a questa tentazione e rimani ancorato al tuo percorso di guarigione, in modo da poter costruire relazioni basate sull’amore, non sulla paura di rimanere soli.

Sfrutta tutte le risorse a tua disposizione.

Libri, risorse online, programmi parrocchiali o qualsiasi gruppo di sostegno per persone che la pensano allo stesso modo potrebbero essere ottime risorse per te. Assicurati di fare ricerche e di esaminare i gruppi, i libri o le altre risorse che stai prendendo in considerazione.

Sappi che c’è sempre speranza.

Il viaggio per riprendersi dal divorzio può essere impegnativo. Ma ricordati sempre che stai andando avanti e che la guarigione è possibile.

Lasciati andare.

Questo è un periodo in cui potresti non funzionare al meglio. Potresti non essere così produttivo al lavoro o non essere presente come amico. Nessuno è immune da queste cose. Datti il tempo di riorganizzarti e di guarire.

Prenditi cura di te stesso.

Regalati cibo sano e attività fisica stimolante. Attieniti il più possibile alla routine. Cerca di non prendere decisioni importanti per la tua vita. Evita di fare un uso massiccio di alcolici e assolutamente non toccare gli stupefacenti.

Interrompi qualsiasi schema negativo tra te e il tuo coniuge.

Se le vostre discussioni iniziano a trasformarsi in litigi, disimpegnati. Riattacca il telefono o lascia la stanza.

Fai leva sulle tue passioni.

Prenditi del tempo per riconnetterti ai tuoi interessi. Forse si tratta di frequentare un corso di pittura o di ballo, oppure di unirsi a una squadra di calcetto. Iscriviti a un corso di pilates. Qualunque cosa sia, concentrati sul piacere di vivere.

Social:

Non perderti i migliori consigli:

Lascia un commento