Come aumentare la propria autostima in 7 passi

L’autostima è fondamentale nella vita. Fortunatamente non è innata. Aumentare la propria autostima è possibile e puoi iniziare da oggi. Scopri come!

L’autostima è la fiducia e l’opinione che abbiamo di noi stessi. Tutti abbiamo dei momenti in cui ci sentiamo un po’ giù o abbiamo difficoltà a credere in noi stessi. Tuttavia, se questa situazione si protrae a lungo termine, si possono creare dei problemi, tra cui ansia e depressione. Per questo l’autostima va curata, nutrita e aumentata.

L’autostima è spesso il risultato di una vita di esperienze, e in particolare di quello che ci è successo da bambini. Tuttavia, è possibile aumentare la propria autostima a qualsiasi età. In questo articolo troverai maggiori informazioni su come funziona l’autostima e alcune azioni che puoi intraprendere per migliorarla.

Comprendere l’autostima

Alcune persone pensano all’autostima come ad una voce interiore che ti dice se sei abbastanza bravo per fare o realizzare qualcosa.

L’autostima è in realtà il modo in cui valutiamo noi stessi, rappresenta l’insieme delle nostre percezioni su chi siamo e di cosa siamo capaci.

L’autostima non è una questione di abilità

L’autostima spesso non è associata né alle tue capacità, né alla percezione che gli altri hanno di te.

È possibile che chi sia molto bravo in ciò che fa abbia una scarsa autostima. Al contrario, una persona che fa fatica in certi ambiti delle vita può avere generalmente una buona autostima.

  • Le persone con una buona autostima si sentono generalmente positive su sé stesse e sulla vita. Questo li rende molto più resilienti e più capaci di affrontare gli alti e bassi della vita.
  • Quelli con scarsa autostima, invece, sono spesso molto più critici nei confronti di sé stessi. Trovano più difficile riprendersi da un fallimento o una situazione difficile. Questo può portarli ad evitare situazioni difficili. Fare così, tuttavia, può in realtà diminuire ulteriormente la loro autostima, perché non importa quanto si giochi sicuro, le difficoltà ci saranno comunque e di conseguenza si sentiranno ancora peggio con se stessi.

La mancanza di autostima può quindi influenzare il comportamento delle persone, per non parlare di ciò che ottengono nella loro vita.

Perché le persone hanno una bassa autostima?

“Credi in te stesso. Gli unici ad apprezzare uno zerbino sono quelli con le scarpe sporche.”

Leo Buscaglia

Ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe avere una bassa autostima. Tuttavia, spesso inizia tutto nell’infanzia, quando si prova spesso la sensazione di non essere all’altezza delle aspettative. Può anche essere il risultato di esperienze adulte come una relazione difficile, sia personale o che sul posto di lavoro.

Le vittime di violenza e abusi hanno spesso una bassa autostima. Questo perché l’abusato è spesso convinto di essersi meritato tutto ciò, e quindi non si sente bene con sé stessa. Sente di non essere all’altezza, di essere una nullità, un fallimento, e quindi sviluppa una bassa autostima.

Certe volte si crea un circolo vizioso: una persona con bassa autostima è più propensa ad essere trattata male senza ribellarsi, perdendo ancora di più la fiducia in se stessa e quindi diventando sempre più vulnerabile.

Nessuno dovrebbe subire abusi o violenze. Se tu o qualcuno che conosci si trova in questa situazione, dovresti chiedere aiuto:

Anche eventi stressanti della vita, come un divorzio o un lutto, possono avere effetti negativi sull’autostima.

Come aumentare la propria autostima

Ci sono diversi modi per migliorare la propria autostima.

1. Identifica e metti in discussione le tue convinzioni negative

Il primo passo è identificare, e poi mettere in discussione, le tue convinzioni negative su te stesso.

Fai caso ai pensieri che fai su te stesso. Per esempio, potresti trovarvi a pensare “non sono abbastanza intelligente per farlo” o “non ho amici”. Quando lo fai, cerca prove che contraddicano queste affermazioni. Scrivi sia le dichiarazioni che le prove e continua a guardarle per ricordare a te stesso che le tue convinzioni negative su te stesso non sono vere.

2. Identifica ciò che c’è di positivo in te

È anche una buona idea annotare i tuoi aspetti positivi, come l’essere bravo in uno sport, o cose belle che la gente ha detto di te. Quando inizi a sentirti giù, guarda queste cose e ricordati che c’è molto di buono in te.

In generale, un dialogo interno positivo è fondamentale per aumentare la propria autostima.

Se ti ritrovi a pensare cose come “non sono abbastanza bravo” o “sono un fallito“, devi assolutamente iniziare a ribaltare la situazione dicendo “posso raggiungere i miei obbiettivi” e “posso diventare più sicuro di me stesso se solamente lo voglio“.

All’inizio ti capiterà di cadere di nuovo nelle vecchie abitudini negative, ma con uno sforzo regolare potrai iniziare a sentirti più positivo e a migliorare anche la tua autostima.

3. Costruisci relazioni positive – ed evita quelle negative

Probabilmente scoprirai che ci sono certe persone – e certi rapporti – che ti fanno sentire meglio di altri.

Se ci sono persone che ti fanno sentire male con te stesso, cerca di evitarle.

Costruisci relazioni con persone positive, che ti fanno sentire bene con te stesso. Evita le relazioni che ti trascinano giù.

4. Concediti una pausa

Non devi essere perfetto ogni ora di ogni giorno. Non devi nemmeno sentirti sempre bene con te stesso.

L’autostima varia da situazione a situazione, da giorno a giorno e da ora a ora. Alcune persone si sentono rilassate e positive con gli amici e i colleghi, ma a disagio e timide con gli estranei. Altri si sentono totalmente padroni di sé sul lavoro, ma fanno fatica a socializzare (o viceversa).

Concediti una pausa. Tutti abbiamo dei momenti in cui ci sentiamo un po’ giù o troviamo più difficile mantenere la nostra fiducia in noi stessi.

La chiave è non essere troppo duri con sé stessi. Sii gentile con te stesso, e non troppo critico.

Evita di criticare te stesso davanti agli altri, perché ciò può rafforzare le tue opinioni negative – e anche dare agli altri un’opinione negativa e irrealistica su di te.

Puoi contribuire ad aumentare la tua autostima concedendoti un piccolo piacere ogni volta che riesci a portare a compimento qualcosa di difficile, o anche solo per gestire meglio una giornata particolarmente brutta.

5. Diventa più assertivo e impara a dire di no

Le persone con scarsa autostima spesso hanno difficoltà a difendersi o a dire di no agli altri.

Questo significa che possono essere sovraccaricati a casa o al lavoro, perché non si sentono di rifiutare niente a nessuno. Tuttavia, ciò può aumentare lo stress e renderlo ancora più difficile da gestire.

Sviluppare la propria assertività può quindi contribuire a migliorare la propria autostima. A volte agire come se si credesse in sé stessi può effettivamente aiutare ad aumentare la propria autostima!

Devi assolutamente leggere il nostro articolo: Impara a Dire No – Come, Quando e Perché

6. Migliora la tua salute fisica

È molto più facile sentirsi bene con sé stessi quando si è in forma e in salute.

Tuttavia, le persone con scarsa autostima spesso trascurano sé stesse, perché non sentono di “meritare” di essere accudite.

Prova a fare più esercizio fisico, a mangiare bene e a dormire abbastanza. È anche una buona idea trovare il tempo per rilassarsi e fare qualcosa che si vuole fare, piuttosto che qualcosa che qualcun altro si aspetta che tu faccia. Potresti scoprire che semplici cambiamenti come questo possono fare un’enorme differenza nella tua visione d’insieme.

7. Affrontare le sfide

Le persone con scarsa autostima spesso evitano situazioni difficili e impegnative.

Un modo per migliorare la propria autostima può essere quello di affrontare una sfida. Questo non significa che devi fare tutto da solo – parte della sfida potrebbe essere quella di cercare aiuto quando ne hai bisogno – ma essere pronto a cimentarti in qualcosa che sarà difficile da realizzare.

Se ci riesci, dimostri a te stesso che puoi farcela.

Questo mette in discussione le tue convinzioni negative e quindi migliorerà la vostra autostima.

Impara a prefiggerti obiettivi personali efficaci e a trovare la motivazione necessaria per raggiungerli. Questa è l’essenza dello sviluppo personale, un insieme di competenze progettate per aiutarti a raggiungere il tuo pieno potenziale, sul lavoro, nello studio e nella vita personale.

L’importanza dei piccoli passi

È molto improbabile che si passi da una scarsa ad una buona autostima da un giorno all’altro.

È invece probabile che ti troverai a fare piccoli miglioramenti nel corso di un certo periodo di tempo. La chiave è guardare a lungo termine, piuttosto che all’immediato domani, e concentrarsi sul quadro generale, non sul dettaglio di come ti sei sentito ieri in un particolare momento.

Quando ti senti bene, o fai qualcosa di buono, fermati un attimo per esultare e festeggiare, ma non abbatterti se ogni tanto scivoli di nuovo in schemi di pensiero negativi. Riprenditi e cerca di pensare in modo positivo. Alla fine, questa diventerà un’abitudine e scoprirai che la tua autostima è nettamente aumentata.

Social:

Non perderti i migliori consigli:

Lascia un commento