Tempo Di Lettura: 4 minuti

Avere successo nel mondo del lavoro non è facile. Ciò che è molto facile e farsi buttare giù dai problemi della propria attività. Ma anziché gettare la spugna, rialzati di nuovo, allacciati la cintura e rimettiti al lavoro. Queste storie motivazionali ti faranno daranno la carica per ripartire!

Sognare guardando il cielo - 4 Brevi Storie Motivazionali su Lavoro, Tempo e Sogni

4 Brevi Storie Motivazionali su Lavoro, Tempo e Sogni

1. Colonel Sanders | Kentucky Fried Chicken

Una volta c’era un vecchio uomo di 65 anni; era al verde, viveva in una piccola casa e possedeva una macchina scassata. Viveva grazie ad una pensione sociale di 99$ al mese. Un giorno, si convinse che le cose dovevano in qualche modo cambiare. Così pensò a ciò che aveva da offrire. I suoi amici andavano matti per la sua ricetta del pollo, e decise quindi che questa sarebbe stata la sua opportunità per fare un grosso cambiamento.

Così lasciò il Kentucky e iniziò a viaggiare per diversi stati in cerca di un compratore per la sua ricetta. Ai vari proprietari dei ristoranti che visitava diceva che il pollo fatto alla sua maniera avrebbe fatto venire l’acquolina in bocca chiunque. Offriva gratuitamente la sua ricetta, chiedendo solo una piccola percentuale su ogni piatto venduto. Sembrava un buon affare, no?

Sfortunatamente, non lo sembrò alla maggior parte dei ristoratori. Sanders si sentì dire NO oltre 1000 volte. E anche dopo tutti questi rifiuti, non mollò. Credeva che la sua ricetta del pollo fosse qualcosa di speciale. Venne rifiutato 1009 volte prima di sentirsi dire il suo primo sì.

Con questo singolo successo Colonel Hartland Sanders cambiò il modo in cui gli Americani mangiano il pollo. Il Kentucky Fried Chicken, conosciuto come KFC, era appena nato.

Ricorda: non mollare mai e credi sempre in te stesso, a dispetto di qualsiasi rifiuto.

2. L’Ostacolo Sul Tuo Cammino

C’era una volta un re curioso e benestante. Spinto dalla sua curiosità, questo re mise un grosso masso in mezzo ad una strada, poi si nascose lì vicino per vedere se qualcuno avrebbe provato a rimuovere la roccia d’intralcio.

Le prime persone che passarono di lì erano tra le più ricche di tutta la corte del re e dei mercanti. Piuttosto che spostarlo, semplicemente ci passarono di lato. Alcuni si lamentarono a voce alta del re perchè non manteneva in ordine le strade. Non uno di tutti loro provò a muovere il masso.

Finalmente, sopraggiunse un altro passante. Le sue braccia erano cariche di verdure. Quando fu in prossimità del masso, piuttosto che semplicemente passarci attorno, il contadino mise a terra il suo carico e cercò di muovere la roccia fino a lato della strada. Ci volle un notevole sforzo ma alla fine ce la fece.

Il contadino raccolse il suo carico ed era pronto a riprendere il cammino, quando vide una borsa appoggiata sulla strada dove prima c’era il masso. Il paesano aprì la borsa: era piena di monete d’oro e conteneva inoltre una nota del re. Il biglietto recitava: “Questo oro è una ricompensa per aver mosso il masso dalla strada. “

Il re mostrò al paesano ciò che la maggior parte di noi non tiene mai a mente: ogni ostacolo sul nostro cammino può diventare un’opportunità per migliorare le nostre condizioni.

3. Il Valore

Il valore delle persone

Un famoso oratore iniziò un seminario tenendo in mano una banconota da 20€. Una folla di 200 persone era lì per ascoltarlo parlare. Chiese loro, “Chi vorrebbe questa banconota da 20€ ?”.

200 mani si alzarono.

Lui disse, “Darò questa banconota da 20€ a qualcuno di voi, ma prima fatemi fare questo.” Così accartocciò la banconota.

Così chiese “Chi la vuole ancora?”

Tutte le 200 mani si alzarono comunque.

“Bene,” disse, “E se faccio questo?” Così lasciò cadere la banconota per terra e la calpestò.

La riprese su e la mostrò di nuovo alla folla. La banconota era tutta sporca e accartocciata.

“Chi la vuole ancora?”

Tutte le mani si alzarono di nuovo.

“Miei amici, vi ho appena resi partecipi di una lezione davvero importante.

Non importa ciò che ho fatto ai soldi, li avete voluti comunque perché non sono diminuiti di valore. Valgono comunque 20€.

Allo stesso modo, molte volte durante la nostra esistenza, la vita ci butta a terra e ci calpesta. Prendiamo decisioni sbagliate o affrontiamo circostanze sfavorevoli, ci sentiamo inutili e impotenti. Ma non importa cosa è successo o cosa accadrà, tu non perderai mai il tuo valore. Sei speciale – non dimenticarlo mai!”

4. Un Conto In Banca Davvero Speciale

un conto in banca davvero speciale: il tempo

Immagina di avere un conto in banca in cui vengono depositati 86.400€ ogni mattina. Questo conto però non è cumulabile e ogni sera si azzerano tutti i soldi che non sei riuscito ad utilizzare durante la giornata. Che cosa faresti? Ogni giorno daresti fondo ad ogni singolo euro!

In realtà, abbiamo tutti questa banca. Il suo nome è “Tempo”. Ogni giorno, ti accredita 86.400 secondi. Ogni sera li cancella, e tutto il tempo che non sei riuscito ad utilizzare saggiamente è andato perso. Non conserva il bilancio da un giorno all’altro. Non permette alcun debito in modo tale che non puoi prendere in prestito o prelevare più del tempo di quello che ti è concesso. Ogni giorno, il tuo conto riparte da capo. Ogni notte, distrugge tutto il tempo non utilizzato. Se fallisci ad utilizzare tutto il deposito di una giornata, è colpa tua e non puoi appellarti per riaverlo indietro.

Non c’è la possibilità di aprire un mutuo. Non puoi concedere un prestito sul tuo tempo o prenderlo da qualcun altro. Il tempo che hai adesso è tutto quello che avrai mai a disposizione e così è, punto. La gestione del tempo è tua e tu decidi come spenderlo, come con i soldi: decidi tu dove andranno a finire. Non avrai mai poco tempo per poter fare qualcosa, sarà sempre solo una questione di priorità: dove vuoi davvero impegnare il tuo tempo?

Se ti sono piaciute queste storie, iscriviti alla Newsletter e ne riceverai altre!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *